A cena con Camassa.. Show Cooking


Una serata con il fuoriclasse dei macellai. Lo show cooking di Francesco Camassa alla Trattoria dall'Oste

Di passione, energia, carne e vino alla Trattoria dall’Oste ce ne erano in abbondanza lo scorso 23 giugno a Firenze, durante lo show cooking di Francesco Camassa, coach e capitano della Nazionale Italiana Macellai premiato a Belfast nel 2018 tra i migliori 6 macellai al mondo.

I circa 100 invitati della serata, hanno potuto gustare la selezione di carni selezionate da Discarlux e il vino Riserva Ducale della Cantina Ruffino che ha accompagnato con carattere le portate della degustazione. 

Si è cominciato con carpaccio di Rubia Gallega e due tartare di Simmenthal, una abbinata a burrata, una al tartufo. Si è proseguito con un mini burger di Black Angus e un tris di polpette accompagnate con funghi porcini. Ovviamente il piatto forte è stata la degustazione di bistecche alla griglia: Black Angus, Rubia Gallega e Simmenthal hanno messo alla prova i palati degli ospiti con diverse sfumature di gusto e intensità di sapori. 

Impegno, passione ed energia. Cosa rimarrà della serata con Francesco Camassa

Mentre osserviamo i nostri chef e Francesco Camassa alla preparazione della linea per la serata al banco macelleria si percepiscono l’amore, la passione e l’energia indispensabili per fare certi mestieri. Quello di Francesco Camassa, il macellaio, è un mestiere profondamente legato con la ristorazione che lui porta avanti con attenzione, precisione ed estro. Considerato tra i massimi esperti della frollatura, l’esperienza e la ricerca lo hanno portato a offrire una visione personale e originale della “frollatura” che nelle sue sperimentazioni si avvicina al concetto di affinamento normalmente associato a vino e formaggi. 

La cena procede con Francesco Camassa che approfondisce le diverse caratteristiche di ogni portata con precisione e passione. Gira tra i tavoli, raccoglie impressioni e toglie dubbi e curiosità a chi tra gli ospiti gli pone qualche domanda. Al di là della qualità in termini di cibo offerta dalla serata, quello che resta è un momento di crescita professionale e il rafforzamento della passione che ci vuole per fare ristorazione di qualità.

La serata sta per concludersi, tutti parlano, qualcuno si scambia opinioni sui piatti della serata, “cosa ti è piaciuto di più?”

Tra i tavoli si percepisce l’interesse che riesce a suscitare chi fa il proprio mestiere con passione ed energia. Ecco, questo è ciò che ci è piaciuto di più.