Jumeirah Beach Road, Restaurant Village, Four Seasons Resort, Dubai, Emirati Arabi Uniti. Questa la location che abbiamo visitato del ristorante “Nusret” di Nusret Gökçe, cuoco turco che vanta oltre 25 milioni di follower su Instagram e che ha aperto ristoranti in grandi città come Mykonos, New York, Miami, Abu Dhabi, Ankara, Doha e non solo.

Salt Bae, letteralmente “il sale prima di tutto”

Figlio di un minatore, Nusr-Et ha iniziato a muovere i primi passi nel mondo della carne nel suo paese d’origine la Turchia, lavorando come macellaio. Crescendo comincia a fare esperienze di lavoro tra Argentina e Stati Uniti prima di fare ritorno in patria e aprire, nel 2010 a Istanbul, la prima di una lunga serie di steakhouse. Da quell’anno ha intrapreso un percorso di crescita che ha portato alla diffusione delle sue steakhouse in giro per il mondo, anche grazie alla capacità di Nusret di giocare col proprio personaggio. L’abilità con i coltelli e la teatrale gestualità con cui sala la sua carne alla fine della lavorazione sono i tratti distintivi del personaggio Nusret, soprannominato Salt Bae, acronimo di Salt Before Anything Else (il sale, prima di tutto) per il famoso gesto della salatura che scende dall’avambraccio.

La serata da Nusret: niente Salt Bae, ma è stata comunque un’esperienza

Come dicevamo siamo stati nel locale con sede a Dubai, ma in tutte le steakhouse ci sono elementi comuni che rendono riconoscibile lo stile delle Nusre-Et Steakhouse. Arredamento e ambiente molto eleganti e carne di prima qualità, ovviamente, la fanno da padroni.
Noi abbiamo assaggiato hamburger e “Ottoman Steak”..prezzi alti, molta qualità.
Curiosi di conoscere Salt Bae che però non era presente siamo tuttavia rimasti sorpresi quando abbiamo constatato che la sua attenzione al personaggio creato in questi anni è diventato in tutto e per tutto un marchio di fabbrica che fa da leitmotiv in tutti i suoi ristoranti. Camerieri e cuochi hanno il compito di trasmettere al pubblico la spettacolarità che si ritrova in Nusret: tutti devono saper affettare la carne in maniera scenica al tavolo, deve essere presente quell’atmosfera di spettacolo che caratterizza un ambiente quasi carico di erotismo grazie alla commistione tra musica, luci e gestualità.
Sarà probabile prima o poi vedere anche in Italia, si dice a Milano, un ristorante di Nusret dato che l’Italia è sicuramente un banco di prova importante dove affermarsi quando si parla di cibo.
Sarà più accessibile a quel punto, almeno a livello di tempo, vivere un’esperienza che vale la pena di essere vissuta almeno una volta se si amano la carne e le cose particolari così come è particolare, del resto, vedere Nusret affettare un controfiletto con un completo Gucci e un Patek Philippe Aquanaut al polso.

Summary
Review Date
Author Rating
51star1star1star1star1star